Regolamento

La societa’ A.S.D.P. Primavera Cavese in collaborazione con il comitato promotore “E. Abbro”, indice ed organizza il Memorial “E. Abbro”, presso la palestra comunale di S. Lucia con finale allo stadio comunale

S. Lamberti di Cava de’ Tirreni.

Le squadre partecipanti dovranno presentare all’organizzazione del torneo, prima del suo inizio, l’elenco

dei calciatori che intendono utilizzare fino ad un massimo di 10.

Al torneo sono ammesse scarpe da ginnastica, calcetto o calcio con tacchetti in gomma.

La durata di ogni partita è stata stabilita in 60 minuti.

Time out: anche nel calcetto esiste il time out o sospensione temporanea. Ogni squadra, tramite il proprio allenatore o giocatore, può chiederne uno per ogni tempo. La durata sarà di 1 minuto ciascuno. Durante il time out i giocatori devono restare in campo e l’allenatore fuori. Il time out non è cumulabile, se ne hanno

A disposizione solo uno per tempo.

In caso di parita’ di punteggio la scelta della migliore classificata viene redatta in

base a:

1) Scontro diretto;

2) Differenza reti sul totale degli incontri disputati;

3) Maggior numero di reti fatte sul totale degli incontri;

4) Minor numero di reti subite sul totale degli incontri;

5) Sorteggio.

In caso di parità nelle partite ad eliminazione diretta,verranno calciati 5 rigori per ogni squadra da 5 giocatori diversi.(nei primi 5 deve calciare anche il portiere).

Dopo i primi 5 tiri dal dischetto in caso di ulteriore parità si procederà ad oltranza e i rigori potranno essere effettuati anche da chi ha già calciato. Solo nelle semifinali e nelle finali verranno disputati due tempi supplementari di 5 minuti.

Due ammonizioni comportano la squalifica automatica di una partita. Con l’espulsione diretta verrà comminata una squalifica a seconda della decisione del giudice incaricato. In caso di espulsione, la squadra rimarrà in inferiorità numerica per 2 minuti, se nel frattempo subirà una rete ,verrà ristabilita la parità

numerica. Il giocatore espulso logicamente non può rientrare in campo. Le sostituzioni sono volanti senza limitazioni, però il giocatore entrante deve aspettare l’uscita del compagno. Nel caso della sostituzione del portiere, bisogna chiedere il consenso all’arbitro. Il portiere può essere sostituito da altri giocatori

che modificheranno la maglia. La squadra che si presenterà in campo dopo oltre 15’ minuti dall’ orario stabilito avrà partita persa 0-6.

Le reti fatte prima di metà campo sono considerate valide.

La rimessa dal fondo del portiere deve essere effettuata con le mani.

Il portiere può ricevere un passaggio con i piedi da un compagno e può rigiocare la palla senza però poter usare le mani.

La rimessa laterale deve essere battuta con i piedi e il pallone deve essere posizionato sulla linea o dietro di essa, chi calcia una rimessa laterale non può segnare direttamente, il gol vale solo se il pallone è stato toccato da qualche altro giocatore.

Tutti i calci di punizione sono indiretti.

Si può segnare direttamente dal calcio d’angolo.

Falli cumulativi: al compimento del sesto fallo, verrà assegnato un tiro libero, che potrà essere calciato dalla linea dei 10 metri o dalla posizione in cui si è ricevuto il fallo.

Per quanto non previsto dal vigente regolamento, valgono le disposizioni dei regolamenti federali F.I.G.C.

Gli organizzatori confidano nella lealtà e nella correttezza di ogni atleta per la felice riuscita del torneo e onorare la figura di E. Abbro.

Le premiazioni sono previste al termine della finale con buffet e spettacolo pirotecnico.